IL NAPOLETANO E’ UN UOMO D’AMORE

Con questa affermazione fatta nostra dalla radice identitaria del M° Luciano de Crescenzo siamo a testimoniare il forte attaccamento alla nostra Città. Il Movimento parte da molto lontano e cioè da quando nel 2008 cominciammo a credere in una Napoli che potesse avviarsi verso una importante rivalsa Culturale.

Con i suoi 2.700 anni di Storia, Napoli deve riprendersi il primato del suo passato. Gli stessi nostri concittadini mal conoscono le nostre radici ed è nostra intenzione, con operazioni mirate ed operative, risollevare Napoli Economicamente mediante una riorganizzazione della Cultura & Turismo.

Questi ultimi aspetti infatti, si sono orientati per troppo tempo verso un aspetto folcloristicamente esclusivo; il Sole, la Pizza, il Mare sono i pochissimi aspetti che una persona da tutto il mondo mette in evidenza tralasciano i molteplici aspetti culturali di Partenope.


Il Napoletano è un Uomo d’Amore

PARTO. NON DIMENTICHERÒ NÉ LA VIA TOLEDO NÉ TUTTI GLI ALTRI QUARTIERI DI NAPOLI; AI MIEI OCCHI È, SENZA NESSUN PARAGONE, LA CITTÀ PIÙ BELLA DELL’UNIVERSO.
(STENDHAL)